Contatore delle Visite

Cerca

Blog

Diadmin

I PERMESSI DA LEGGE 104 CONTRIBUISCONO AL CALCOLO DELLE FERIE?

Fonte www.disablog.itÈ forse possibile cumulare ferie e permessi legge 104? Questa domanda se la saranno posta sicuramente tutti quelli che beneficiano della legge 104, se non altro perché le due cose spesso e volentieri possono sovrapporsi.

A molti infatti sarà capitato di essersi avvalsi di alcune giornate di permesso per assistere un familiare con disabilità, nike air max 1 ultra moire og e di essersi sentiti rispondere che quei giorni di assenza dal lavoro non avrebbero potuto essere considerati nel conteggio delle ferie. Su questo si è espressa di recente la Corte di Cassazione, che ha incolpato un’azienda proprio per aver tolto due giorni di ferie annuali a un suo dipendente che aveva goduto dei permessi 104 (per assistere, in quel caso, un familiare con disbailità).

  • Air Max 90 Uomo
  • La Cassazione, quindi, ritiene che i permessi da legge 104 debbano concorrere eccome alla determinazione dei giorni di ferie: laddove questo non avviene, Womens Nike Roshe One il lavoratore ha ragione di far valere quello che viene definito il “diritto al riposo”.

    Ma come mai questa decisione? Il fatto che anche un permesso da legge 104 contribuisca alla maturazione delle ferie trova una ragione davvero semplice. nike air max command cuir Banale, Authentic Air Jordan Shoes quasi. Infatti, il lavoratore che si assenta dal lavoro per assistere un congiunto con disabilità non si sta divertendo e né si può dire che stia ricaricando le proprie energie: anche assistere un familiare con disabilità, Abercrombie Pas Cher pur non essendo inquadrabile nella propria professione, asics gel lyte pas cher è di fatto una forma di lavoro. E’ un’assistenza che richiede sforzo fisico e mentale e quindi un dispendio di energie.

    Ecco quindi che i permessi 104, non potendo essere considerati giorni dediti al riposo, ed essendo dunque percepiti come giorni di lavoro, contribuiscono alla maturazione delle ferie.

    La Cassazione lo ha spiegato in modo molto chiaro: “Il diritto alle ferie garantisce il ristoro delle energie a fronte della prestazione lavorativa svolta,

  • New Balance 574 Uomo
  • e tale ristoro si rende necessario anche a fronte dell’assistenza ad un invalido,

      Diadmin

      DISABILITÀ: RIPRENDE L’ITER DEL PROGRAMMA DI AZIONE

      Fonte comunicato stampa Fish* – Ieri pomeriggio è stato approvato in Consiglio dei Ministri il “Programma di Azione Biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità”. Il testo** passa ora alla valutazione della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, per tornare poi in Consiglio dei Ministri prima della firma del Presidente della Repubblica.

      “Finalmente riprende l’iter di approvazione di questo documento, licenziato dall’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità nel lontano ottobre scorso e già trasmesso da mesi dal Ministero del Lavoro alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Programma di Azione è il risultato di due anni di lavoro, nike air max 1 essential uomo condiviso e dettagliato, su aspetti di particolare rilievo e delicatezza,

    • NIKE LUNARGLIDE 8
    • dal riconoscimento della disabilità alla vita indipendente,

    • NIKE LUNAREPIC FLYKNIT
    • dalla mobilità al diritto allo studio, dall’inclusione lavorativa alla tutela della salute.

    • Adidas Nmd Uomo
    • Non poteva rimanere ancora in un cassetto.”Cosi commenta Vincenzo Falabella, presidente della FISH, Nike Air Max 2016 Heren la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. E che la FISH tenesse particolarmente alla pubblicazione del Programma, quale condizione essenziale per la sua attuazione, T.J. Yeldon College Jerseys appariva evidente nelle dichiarazioni, in crescendo, delle settimane scorse, non ultimo uno stringente editoriale nel sito Superando.it (FISH ne è l’editore) che denunciava e dettagliava l’incomprensibile ritardo. Baskets Under Armour Pas Cher

      “Ci auguriamo che dopo questo dovuto passaggio, i successivi atti siano molto celeri per restituire alle amministrazioni, Women Air Jordan 14 alle regioni, ai ministeri,

    • Mark Ingram Alabama Jersey
    • uno strumento essenziale nell’orientamento di politiche e servizi per la disabilità. Su questi passaggi, ovviamente, FISH manterrà la consueta elevata attenzione.”

      Nel frattempo si attende anche la ricostituzione dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, luogo strategicamente essenziale sia per il monitoraggio di quanto previsto nel Programma di Azione che per la declinazione di interventi congruenti. Ma, al momento,

        Diadmin

        IL FOCUS DELLO SPECIAL RAPPORTEUR SUL DIRITTO ALL’ABITARE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ

        Fonte www.e-include.eu – È il diritto delle persone con disabilità ad avere delle condizioni abitative adeguate il focus dell’indagine che si appresta a compiere lo Special Rapporteur sul diritto all’abitare per la 72ma sessione dell’Assemblea Generale. Golden State Warriors

        In particolare, lo Special Rapporteur vuole approfondire la conoscenza delle condizioni abitative e di vita di molte persone con disabilità in tutto il mondo e che risiedono ad esempio negli istituti,

      • Nike Air Max 2017 Uomo
      • negli insediamenti informali, nelle strade delle città e nelle aree rurali, cercando di far comprendere come il contesto abitativo sia strettamente collegato alla dignità, Nike Air Max 1 Heren alla parità e all’inclusione sociale.

        La relazione mira inoltre a chiarire la natura degli obblighi statali per affrontare le violazioni sistematiche del diritto all’abitazione delle persone con disabilità, a far comprendere l’interdipendenza con il diritto alla non discriminazione e diversi altri diritti umani e ad evidenziare anche il diritto alla proprietà privata.

      • Charlotte Hornets
      • Per il suo approfondimento lo Special Rapporteur ha messo a disposizione dei questionari di indagine che possono compilare i governi, Mochilas Kanken Classic le organizzazioni, nike pas cher gli enti indipendenti, adidas stan smith pas cher ecc. per fornire una panoramica della situazione del proprio paese.

        I questionari vanno compilati ed inviati entro il 15 maggio solo in inglese, Nike Air Max BW Femme francese e spagnolo con un massimo di 3000 parole.

        Per maggiori informazioni e per scaricare il questiornario nelle tre diverse lingue sopra citate,

          Diadmin

          IL PILASTRO EUROPEO DEI DIRITTI SOCIALI

          Fonte www.superabile.it Riconoscere il diritto ad un sostegno al reddito che assicuri una vita dignitosa, a servizi che permettano di partecipare al mercato del lavoro e alla vita sociale, nike air max 1 homme e a un ambiente di lavoro adeguato alle proprie esigenze. Philadelphia 76ers Sono queste alcune delle raccomandazioni che lo European disability forum ha chiesto di inserire nel Pilastro europeo dei diritti sociali presentato nei giorni scorsi dalla Commissione europea.

          Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l’equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Una “bussola”, spiega la Commissione, New Balance Baratas per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Alla realizzazione del pilastro ha partecipato anche lo European disability forum che in una nota spiega il peso di questo pilastro per le persone con disabilità e le loro famiglie.

          Oltre a quanto già specificato, scarpe nike air force nere prezzo infatti, il pilastro promuove il principio di non discriminazione nell’accesso all’occupazione, all’istruzione, alla protezione sociale e all’accesso a beni e servizi e chiede un sostegno attivo all’occupazione e il supporto personalizzato nella ricerca e nel mantenimento del posto di lavoro.

          Complessivamente, Chaussure Asics Gel Noosa Tri 11 i principi e diritti sanciti dal pilastro sono articolati in tre categorie: pari opportunità e accesso al mercato del lavoro, asics gel lyte 5 mujer rojas condizioni di lavoro eque e protezione e inclusione sociali e “pongono l’accento sulle modalità per affrontare i nuovi sviluppi nel mondo del lavoro e nella società al fine di realizzare la promessa, contenuta nei trattati, di un’economia sociale di mercato fortemente competitiva, che mira alla piena occupazione e al progresso sociale”, spiega la Commissione.

          Assicurare il rispetto dei principi e dei diritti definiti nel pilastro europeo dei diritti sociali, inoltre, è responsabilità congiunta degli Stati membri, delle istituzioni dell’Ue, delle parti sociali e di altri soggetti interessati.

          Le istituzioni europee aiuteranno a definire il quadro e preparare la strada per l’attuazione del pilastro, nel rispetto delle competenze e delle tradizioni di dialogo sociale degli Stati membri.

          “Saranno necessarie ulteriori iniziative legislative affinché alcuni principi e diritti compresi nel pilastro divengano effettivi – si legge nella nota -. Ove necessario, la legislazione dell’Ue vigente sarà aggiornata, Nike Air Max 2016 Heren integrata e applicata più efficacemente”.

          Attualmente, il pilastro si presenta in due forme giuridiche di identico contenuto: una raccomandazione della Commissione, air max pas cher che ha efficacia immediata, e una proposta di proclamazione congiunta del Parlamento, del Consiglio e della Commissione. Su tali basi la Commissione avvierà le discussioni con il Parlamento europeo e il Consiglio per assicurare al pilastro un ampio sostegno politico e l’approvazione ad alto livello.

          “La realizzazione dei principi e dei diritti del pilastro è un processo dinamico – spiega una nota della rappresentanza italiana della Commissione europea -. air max pas cher homme Il pilastro ispirerà le attività condotte nel contesto del semestre europeo e nell’ottica del completamento dell’Unione economica e monetaria. Ulteriori iniziative legislative e non legislative potrebbero seguire in futuro, nell’ambito dei programmi di lavoro annuali della Commissione. I fondi europei, in particolare il Fondo sociale europeo,

            Diadmin

            CENTRO ANTIDISCRIMINAZIONE FRANCO BOMPREZZI, 144 I CASI DI DISCRIMINAZIONE GESTITI DAI LEGALI DI LEDHA

            Fonte www.superabile.itPiù di 600 richieste di informazioni pervenute, 276 pratiche gestite dai legali del Centro antidiscriminazione Franco Bomprezzi di cui 144 (ovvero il 52% del totale) relative a casi di discriminazione fondata sulla disabilità (Legge 67/2006).

            Sono solo alcuni numeri del terzo semestre di attività (1° luglio – 31 dicembre 2016) del Centro antidiscriminazione Franco Bomprezzi di Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilità.

            Nel corso di questo terzo semestre di attività sono state 641 le richieste, i contatti e le segnalazioni ricevute dal Centro antidiscriminazione.

            Di queste, più della metà (365) sono state gestite direttamente dall’operatore che ha fornito un’attività di prima informazione e orientamento. Sono state 276 invece le pratiche gestite dai legali del Centro antidiscriminazione Franco Bomprezzi. Di queste più della metà (ovvero il 52%) sono relative a pratiche di discriminazione vietate dalla legge.

            Come già avvenuto nel corso dei semestri precedenti, Fjällräven Kånken Ryggsäck è la scuola la tematica che ha maggiormente impegnato i legali del Centro antidiscriminazione (41,5% dei casi). asics tiger Seguono i temi del lavoro (16,2%), Canotte New Orleans della compartecipazione al costo dei servizi socio-sanitari (7,8%),

          • NIKE AIR ZOOM STRUCTURE 20
          • della formazione professionale (4,8%),

          • NIKE LUNARGLIDE 8
          • della tutela giuridica (4,5%), Air Jordan 9 dell’accertamento dell’invalidità (3,9%), dell’accesso alle prestazioni sociali e sociosanitarie (2,6%),

          • Nike Air Max 2017 Rosso Uomo
          • della mobilità (2,6%) e delle barriere architettoniche (1,3%).

            Il Centro antidiscriminazione Franco Bomprezzi era stato presentato ufficialmente il 25 giugno 2015 a Milano. In quell’occasione sono stati enunciati anche i due principali obiettivi che Ledha, nike air max thea buy online nz attraverso l’attività del Centro Antidiscriminazione, vuole ottenere: far crescere la consapevolezza delle persone con disabilità nel riconoscere e individuare le situazioni di discriminazione vietate dalla legge. E in secondo luogo, contrastarle concretamente attraverso interventi legali, se necessario anche di natura stragiudiziale, ricorrendo alle aule dei tribunali.

            La previsione iniziale di Ledha era quello di ricevere e gestire circa mille richieste e segnalazioni nel corso del primo anno di attività.

            Tuttavia “il numero di richieste e segnalazioni continua a rimanere molto alto, Canotte Golden State Warriors ben oltre le previsioni”, si legge nel rapporto di attività del Centro.

              Diadmin

              CINQUE PER MILLE, AVVIATA LA PROCEDURA PER IL PAGAMENTO DEL 3° ORDINATIVO DELL’ANNO 2014

              Fonte www.lavoro.gov.itÈ stata avviata la procedura per il pagamento del 3° ordinativo dell’anno 2014 relativo agli enti con contributo inferiore a 500 mila euro che hanno comunicato le coordinate IBAN per il bonifico. chaussures homme adidas adi racer

              Sono stati aggiornati i due elenchi dei beneficiari destinatari del pagamento della sezione B) Pagamenti telematici degli enti con contributo inferiore a 500 mila euro con gli esiti dei versamenti degli ordinativi del 26 settembre 2016 e del 7 dicembre 2016 comunicati dall’Agenzia delle Entrate. asics elite 3

              Sezione E) Pagamenti non andati a buon fine di elenchi forniti dall’Agenzia delle Entrate (storni in Contabilità Speciale della Banca d’Italia): pubblicato il pagamento di un ente precedentemente richiamato.

                Diadmin

                LOTTA ALLA POVERTÀ: CAMBIANO I CRITERI DEL SIA E RADDOPPIANO I POTENZIALI BENEFICIARI

                Fonte www.lavoro.gov.it – Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali (di concerto con il Ministro dell’Economia) vengono modificati alcuni criteri di accesso al SIA – il Sostegno per l’Inclusione Attiva – la misura “ponte” messa in campo dal Governo a sostegno delle famiglie in povertà fino alla definitiva attuazione del Reddito di inclusione, atteso nei prossimi mesi.

                Il fine è quello di ampliare considerevolmente il numero di beneficiari per avvicinarsi alla copertura di tutte le famiglie con minori in condizioni di povertà, primo grande obiettivo del Reddito di inclusione. Matthew Stafford Jerseys Il grande elemento di novità è l’abbassamento della soglia di accesso relativa alla valutazione multidimensionale del bisogno, un punteggio che viene attribuito sulla base dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa. Landry Jones – Oklahoma Sooners Fino ad oggi per accedere al SIA era necessario raggiungere 45 punti, da domani ne basteranno 25. Kopen nike air max schoenen Ciò significa che buona parte delle famiglie con un ISEE fino a 3.000,00 euro in cui sia presente almeno un figlio minorenne o con disabilità o ci sia un figlio in arrivo, potranno ora accedere al beneficio.

                “È un’altra tappa significativa – afferma Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali – nel percorso che conduce a grandi passi verso il Reddito di inclusione, la misura universalistica di lotta alla povertà di cui il SIA anticipa alcuni contenuti essenziali. Nike Air More Uptempo Grazie ai nuovi criteri di accesso, in vigore già da domani, contiamo in poche settimane di raddoppiare la platea degli attuali beneficiari”.

                Nell’ampliamento saranno inclusi anche coloro che hanno già presentato domanda per il SIA, e ne erano rimasti esclusi per il mancato raggiungimento dei 45 punti necessari”, aggiunge il Ministro.

                Queste persone, nel caso soddisfino i nuovi requisiti, si vedranno riconosciuto il beneficio d’ufficio, nel caso in cui abbiano presentato la domanda nelle ultime settimane, oppure saranno contattate direttamente dall’INPS che le informerà della possibilità di ripresentare la domanda, ad esempio qualora sia necessario aggiornare prima l’ISEE.

                Si tratta di circa 80 mila famiglie, un numero più o meno equivalente a quelle che già percepiscono il SIA, cui potrebbero aggiungersi le famiglie che, pur avendone diritto, non l’hanno ancora richiesto e le nuove famiglie potenzialmente beneficiarie.

                Complessivamente, sulla base dei dati disponibili, i nuclei familiari che potranno potenzialmente accedere al sostegno economico e al connesso progetto personalizzato sono 400 mila. fjallraven occasion

                In virtù del nuovo decreto, inoltre, le famiglie composte esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni avranno diritto a un incremento del beneficio di ulteriori 80,00 euro, che si applicherà anche agli attuali beneficiari del SIA. nike air max 2017 femme

                Altre modifiche riguardano le famiglie con persone con disabilità e non autosufficienti. nike air max 2017 grijs Per quest’ultime, in particolare, la soglia di eventuali altri trattamenti economici percepiti compatibile con il SIA si innalza da 600,00 a 900,00 euro mensili, permettendo quindi l’accesso a un maggior numero di nuclei familiari. new balance 574 sonic femme bordeaux Il decreto prevede infine il prolungamento anche nel 2017 della sperimentazione dell’ASDI, l’assegno di disoccupazione riconosciuto agli ultra55enni e/o ai disoccupati con figli minorenni che – dopo aver percepito l’indennità di disoccupazione (NASPI) per la sua intera durata – non hanno trovato un nuovo impiego e si trovano in una condizione di particolare disagio economico.

                In parallelo con l’ampliamento della platea dei beneficiari, prosegue il lavoro di potenziamento della rete dei servizi territoriali per l’accesso e la presa in carico delle famiglie che hanno diritto al SIA e, successivamente, al Reddito di inclusione.