Contatore delle Visite

Cerca

Blog

Diadmin

DOPO DI NOI, PRONTO IL DECRETO DI RIPARTO PER IL 2017

Fonte www.vita.itÈ già pronto il decreto di riparto per l’anno 2017 delle risorse del Fondo per le persone con disabilità grave prive del sostegno familiare (meglio noto come fondo per il dopo di noi) e c’è già anche l’intesa della Conferenza Unificata: attualmente il decreto è alla firma dei ministeri concertanti. Lo ha confermato il sottosegretario Luigi Bobba, new balance 577 napes sale rispondendo alla Camera a un’interpellanza urgente presentata dall’onorevole Elena Carnevali in merito all’attuazione della legge 112/2016, Womens Air Jordan 4 la cosiddetta “Dopo di noi”.

Si tratta di 38,3 milioni di euro, ripartiti sulla base degli stessi criteri sperimentali previsti per il 2016. Una volta perfezionato il decreto, il Ministero del lavoro, nell’ambito dell’istruttoria finalizzata al trasferimento delle risorse alle regioni, T.J. Yeldon – Alabama Crimson Tide terrà conto anche della raccomandazione formulata dalla Conferenza Unificata, che prevede procedure semplificate per quelle regioni che presenteranno una programmazione in continuità con quella già approvata per l’anno 2016, di cui proprio in questi giorni le Regioni stanno iniziando ad approvare le DGR.

Rispetto al 2016, anno per cui la dotazione del fondo è di 90 milioni di euro, fjällräven kånken Laptop 17 al Ministero del lavoro sono pervenuti gli atti di programmazione di tutte le regioni tranne la Valle d’Aosta, che sta ancora predisponendo la documentazione: la Regione ha spiegato il ritardo, ha detto Bobba, con la riorganizzazione degli uffici competenti.

Come già anticipato dalla sottosegretaria Franca Biondelli pochi giorni fa, rispondendo a un’altra interrogazione, il Ministero del lavoro ha concluso positivamente le istruttorie relative alle programmazioni di 16 regioni,

  • asics gel lyte 5 uomo
  • alle quali ha erogato le relative risorse, per un importo totale di 86 milioni e 40mila Euro, pari al 95,6% delle risorse complessivamente stanziate per l’anno 2016.

    Nell’ambito della prima Relazione annuale alle Camere, prevista dalla legge 112, verrà dato conto anche dei primi dati rispetto all’utilizzo da parte delle famiglie degli strumenti assicurativi, fiscali e finanziari previsti agli articoli 5 e 6 della legge e «il ministero del lavoro – ha spiegato il sottosegretario Bobba – ha richiesto al Mef la trasmissione dei dati relativi alle minori entrate di cui all’art 5 e 6 per i a primi 5 mesi dell’anno». adidas original pas cher fille «Le risposte del Governo fanno giustizia alle polemiche infondate sull’inutilità della legge “dopo di noi” e mettono all’angolo coloro che hanno mostrato scetticismo. nike air max goedkoop La legge 112/2016 non solo non ha fatto flop, ma la sua applicazione sta procedendo mostrando una responsabilità condivisa a tutti i livelli istituzionali», hanno sottolineato Elena Carnevali e Anna Margherita Miotto, deputate del Partito Democratico, dopo aver ascoltato la risposta del governo all’interpellanza urgente di cui erano firmatarie.

    «Il ministero del Lavoro ha erogato il 95,6% delle risorse complessivamente stanziate per l’anno 2016 e si appresta a completare entro la fine del mese la distribuzione alle regioni che, in queste settimane, procederanno a finanziare i progetti che consentano percorsi di accompagnamento all’uscita dal nucleo familiare di origine e il supporto all’abitare in autonomia in piccole convivenze simil familiari. asics gel lyte 5 mujer beige Questo percorso è destinato a non interrompersi grazie agli stanziamenti già previsti nel triennio e così sarà d’ora in poi, ogni anno, attraverso una programmazione pluriennale».

    È una svolta culturale, hanno sottolineato le deputate: «Chi pensava che le famiglie chiedessero solo un beneficio monetario si sbaglia, Maglia Tracy McGrady chiedono invece una prospettiva di vita per i figli, diversa dall’istituzionalizzazione, coscienti che per realizzare percorsi di autonomia servono anni di investimento sull’acquisizione delle competenze e “infrastrutturazione sociale” da parte delle regioni e degli enti locali in collaborazione con le associazioni dei famigliari, perché come dice la Fish “Nulla su di noi se non con noi”. Questa legge ha colto l’obiettivo,

      Diadmin

      DA COFACE UN QUESTIONARIO SULLE NECESSITÀ DELLE FAMIGLIE E DEI CAREGIVER

      Fonte www.inclusion-europe.org – L’associazione e il suo ramo Disabilità hanno lanciato una grande raccolta di dati per mappare le esigenze e le sfide dei membri della famiglia che svolgono il ruolo di caregiver.

      Lo scopo di questa raccolta di dati è volta sia a capire quali sono gli ostacoli maggiori che affrontano i caregiver relativamente ad esempio all’accesso a risorse adeguate, sac fjallraven kanken ai servizi ,

    • FLYKNIT LUNAR3
    • ecc. nei diversi Stati membri dell’UE sia a trovare alcuni buoni esempi di politiche nazionali o locali che aiutino i familiari a bilanciare il loro lavoro, nike air max pas cher la loro vita familiare e personale.

      Lla scadenza per i questionari,

    • Nike Free 4.0 Women
    • disponibili in italiano, Joc Pederson Jersey inglese, nike air max 1 pas cher francese,olandese, tedesco, Nike Pas Cher spagnolo, Zapatillas Asics portoghese e sloveno,

        Diadmin

        DONNE E DISABILITÀ: UN FOCUS DURANTE LA X SESSIONE DELLA CONFERENZA DEGLI STATI PARTI ALLA CONVENZIONE SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

        Fonte www.un.org – Durante l’ultima sessione della Conferenza degli Stati Parti svoltasi dal 13 al 15 giugno nel quartier generale Onu,

      • NIKE FREE RUN Women SHOES
      • c’è stato uno spazio dedicato al tema “donne e disabilità”: un focus, NIKE AIR MAX Goedkoop durante il quale sono state ascoltate le tante voci delle donne con disabilità che hanno evidenziato le grandi difficoltà che frequentemente incontrano le donne con disabilità relativamente alla scuola, adidas chaussures homme al lavoro, Asics Gel Nimbus 17 męskie all’inclusione sociale e al maggiore rischio di violenze e abusi di cui possono essere vittime. Squadra USA

        Sono state quindi ascoltate le testimonianze di molte donne con disabilità che sono diventate attiviste e che lottano per assicurare scuola,

          Diadmin

          SCOPERTO IL PERCHÉ DELL’AVVERSIONE AL TOCCO NELL’AUTISMO

          Fonte www.west-info.eu – L’ipersensibilità agli stimoli tattici è alquanto diffusa fra le persone con autismo. buty air jordan 5 damskie Si tratta di un complesso di reazioni di allarme e difensive – che possono manifestarsi anche come aggressività – messe in atto di fronte a stimoli che non sono in realtà minacciosi, solde adidas chaussures pas cher come per esempio un abbraccio. Matt Cain Jersey Questo ha un impatto negativo e rende difficile l’integrazione sociale.

          Alcuni ricercatori dell’Università della California,

        • Scarpe Nike Air Max 90
        • in un articolo pubblicato su The Journal of Neuroscience, zonnebrillen kopen ray ban hanno scoperto, adidas 2017 pas cher nel modello animale, dei meccanismi alla base della cosiddetta difesa tattile. adidas nmd r1 uomo Hanno studiato il circuito cerebrale sottostante a questo sintomo in un gruppo di topi con un disturbo dello spettro,

        • Air Max 87 Pas Cher
        • scoprendo che in una parte di neuroni di una sottoarea della corteccia somatosensoriale si manifestava una risposta esagerata rispetto a quella dei topi del gruppo di controllo.

            Diadmin

            APE SOCIALE – TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA – IMPORTO – COMPATIBILITÀ

            Fonte www.superabile.itAnticipo pensionistico per persone svantaggiati tra cui invalidi civili e coloro che assistono il coniuge o un parente con handicap grave, alcune indicazioni su tempistiche e modalità di richiesta:

            Quando presentare domanda

            Lunedì 22 maggio 2017 è stato firmato il decreto attuativo sul nuovo anticipo pensionistico, introdotto dal governo con l’ultima legge di Bilancio. Jered Weaver Baseball Jersey Questa la modalità di richiesta: chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2017 potrà presentare domanda entro il 15 luglio del 2017; invece, chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2018 ha possibilità di presentarla entro il mese di marzo del prossimo anno. L’Inps risponderà entro il 15 ottobre 2017, per le domande presentate entro luglio 2017 e per le richieste presentate entro il 31 marzo 2018 sarà data risposta entro il 30 giugno del 2018.

            Il provvedimento di governo precisa, inoltre, che: “le domande presentate oltre il 15 luglio 2017 e il 31 marzo 2018 e comunque non oltre il 30 novembre sono prese in considerazione esclusivamente se all’esito del monitoraggio residuano le necessarie risorse finanziarie”.

            In altra parole, sono previsti limiti di spesa per lo stato. L’Ape social sarà riconosciuta, a domanda, entro i limiti annuali di spesa previsti dall’ultima legge di Bilancio. Nike Air zoom Pegasus 32 damskie

            Nel caso le domande fossero in eccesso, rispetto alle risorse stanziate, la priorità sarà data sulla base della data del raggiungimento del requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia. A parità di requisito sarà considerata la data di presentazione della domanda.

            Ci sono, comunque, alcune novità riguardo ai cosiddetti “lavoratori precoci”. Il Decreto del presidente del consiglio (Dpcm) prevede che chi ha lavorato per non meno di 12 mesi prima dei 19 anni di età e si trova nelle stesse condizioni dei beneficiari dell’Ape social, oppure è disoccupato e senza ammortizzatore da almeno 3 mesi, potrà andare in pensione con 41 anni di contributi. new balance 1600 daytona ronnie fieg Alle condizioni attuali per il pensionamento ci sarebbe, quindi, un anticipo di 10 mesi per gli uomini e di un anno e 10 mesi per le donne.

            Destinatari del Ape sociale

            Si tratta di una misura sperimentale in vigore dal 1° maggio 2017 fino al 31 dicembre 2018 rivolta ad agevolare il pensionamento per persone svantaggiate o in condizioni di disagio: persone con invalidità civile con un grado di invalidità pari o superiore al 74%; coloro che assistono il coniuge o un parente con disabilità grave (art.3, comma 3, legge 104/1992); disoccupati e, infine, lavoratori dipendenti che svolgono un lavoro particolarmente difficoltoso o rischioso. Le informazioni complete sono riportate di seguito.

            L’APE sociale è un’indennità di natura assistenziale a carico dello Stato erogata dall’Inps a soggetti in stato di bisogno che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta. Essendo un sussidio pubblico, non ci sono effetti sulla pensione.

            L’indennità è corrisposta, a domanda, fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia o dei requisiti per la pensione anticipata. All Star 2016 E’ rivolta ai lavoratori, dipendenti pubblici e privati, autonomi e ai lavoratori iscritti alla gestione separata dell’Inps (restano esclusi gli assicurati presso le casse professionali) che si trovano in una delle seguenti condizioni:

            1. new balance 446 sos Disoccupati che abbiano finito integralmente di percepire, da almeno tre mesi, la prestazione per la disoccupazione loro spettante. Lo stato di disoccupazione deve essere conseguente alla cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento, anche collettivo, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale nell’ambito della procedura obbligatoria di conciliazione prevista per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo (art.7 della legge n.604/1966);

            2. Coloro che assistono, al momento della richiesta e da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente (genitore, figlio) con handicap grave (art.3, comma 3, legge 104/1992);

            3. Invalidi civili con un grado di invalidità pari o superiore al 74%;

            4. Lavoratori dipendenti che svolgono da almeno sei anni in via continuativa un lavoro particolarmente difficoltoso o rischioso all’interno delle seguenti professioni:

            • Operai dell’industria estrattiva, dell’edilizia e della manutenzione degli edifici

            • Conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni

            • Conciatori di pelli e di pellicce

            • Conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante

            • Conduttori di mezzi pesanti e camion

            • Personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere

            • con lavoro organizzato in turni

            • Addetti all’assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza

            • Insegnanti della scuola dell’infanzia e educatori degli asili nido

            • Facchini, addetti allo spostamento merci e assimilati

            • Personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia

            • Operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti.

            Requisiti

            Al momento della richiesta si deve avere i seguenti requisiti:

            • almeno 63 anni di età

            • almeno 30 anni di anzianità contributiva. New Balance 1600 damskie Solo per i lavoratori che svolgono attività difficoltose o rischiose l’anzianità contributiva minima richiesta è di 36 anni

            • maturare il diritto alla pensione di vecchiaia entro 3 anni e 7 mesi

            • non essere titolari di alcuna pensione diretta. L’accesso al beneficio è inoltre subordinato alla cessazione di qualunque attività lavorativa anche autonoma. Cheap Nike Trainers UK

            COMPATIBILITÀ E INCOMPATIBILITÀ

            L’indennità NON spetta ai titolari di pensione diretta. adidas tubular uomo Non è compatibile:

            • con i trattamenti di sostegno al reddito connessi allo stato di disoccupazione involontaria (Naspi, mini-Aspi, Asdi, e dis-col);

            • con l’assegno di disoccupazione (ASDI); • nonché con l’indennizzo per la cessazione dell’attività commerciale.

            E’ compatibile:

            • con lo svolgimento di attività lavorativa dipendente o parasubordinata soltanto nel caso in cui i relativi redditi non superino gli 8.000 euro all’anno;

            • con lo svolgimento di attività di lavoro autonomo nel limite di reddito di 4.800 euro all’anno.

            Importo

            L’APE SOCIALE potrebbe essere considerata come un sussidio o indennità che accompagna la pensione di vecchiaia e sarà erogata per 12 mensilità l’anno. La rata mensile sarà calcolata, al momento della domanda, entro un massimo di 1.500 euro. Quindi, ci sono, due differenze sostanziali rispetto ad una vera e propria pensione.

            La prima è che l’Ape sociale non prevede la 13° mensilità e la seconda il tetto d’importo massimo erogabile (pari a 1.500 euro lordi mensili). Per esempio, se la pensione avesse un valore superiore alla cifra sopra indicata, non verrà corrisposta la quota eccedente ma solo l’importo fino ad un massimo di 1500 euro.

            L’importo non sarà soggetto a rivalutazione annua.

            Questa la modalità di richiesta: chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2017 potrà presentare domanda entro il 15 luglio del 2017; invece, chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2018 possibilità di presentarla entro il mese di marzo del prossimo anno. adidas gazelle uomo L’Inps risponderà entro il 15 ottobre 2017, per le domande presentate entro luglio 2017 e per le richieste presentate entro il 31 marzo 2018 sarà data risposta entro il 30 giugno del 2018. Il provvedimento di governo precisa, inoltre, che: “le domande presentate oltre il 15 luglio 2017 e il 31 marzo 2018 e comunque non oltre il 30 novembre sono prese in considerazione esclusivamente se all’esito del monitoraggio residuano le necessarie risorse finanziarie”. In altra parole, sono previsti limiti di spesa per lo stato. L’Ape social sarà riconosciuta, a domanda, entro i limiti annuali di spesa previsti dall’ultima legge di Bilancio.

            Nel caso le domande fossero in eccesso, rispetto alle risorse stanziate, la priorità sarà data sulla base della data del raggiungimento del requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia.

            A parità di requisito sarà considerata la data di presentazione della domanda.

              Diadmin

              “TRUST IN LIFE – PER IL PROGETTO DURANTE E DOPO DI NOI”

              È organizzata da Ubi Banca, in collaborazione con Anffas Onlus e il Gruppo Cooperative CGM, Canotta Philadelphia 76ers la conferenza stampa “Trust in Life – per il progetto Durante e Dopo di Noi” che si terrà il 29 giugno p.v. a Milano – presso la Sala Assemblee in via Fratelli Gabba 10 – dalle 10.30 alle 13.30.

              L’evento, che vedrà come relatore anche Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas Onlus, Air Jordan 1 Retro è dedicato alle famiglie poiché sarà focalizzato sui nuovi strumenti oggi a loro disposizione per assicurare un sereno “Dopo di Noi” ai loro familiari con disabilità. Goedkope Nike Air Max schoenen

              L’obiettivo del progetto, nike air max 2016 hombre infatti, è quello di sviluppare modelli di intervento rivolti alle persone con gravi disabilità e alle loro famiglie, nell’ambito della Legge 22 giugno 2016 n. new balance 420 homme grise 112 (disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare),

            • Air Max 2017 Nero Donna
            • che favoriscano la piena realizzazione di percorsi di vita autonomi e inclusivi, nel senso più ampio del termine.

            • Nike Air Max 87 Femme
            • Il progetto, nike femme 2017 di grande attualità e forte valenza sociale, prevede la messa a disposizione di competenze, strumenti, servizi e supporti finanziari a favore della società civile.

              Promotori del progetto: UBI Banca, con la sua divisione UBI Comunità – dedicata al Terzo Settore e all’Economia Civile – e UBI Trustee S.A., la Trust Company del Gruppo UBI; Anffas Onlus Nazionale e il Gruppo Cooperativo CGM,

                Diadmin

                SVENTARE QUESTO ATTACCO AL LAVORO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

                Fonte www.superando.it – Nel cosiddetto Decreto Milleproroghe approvato al Senato e passato ora all’esame della Camera, c’è anche,

              • NIKE AIR ZOOM PEGASUS 34
              • secondo la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), «una disposizione che incide direttamente sull’inclusione lavorativa delle persone con disabilità», ritenuta esplicitamente da Vincenzo Falabella, presidente nazionale della Federazione, come «un grave attacco al diritto al lavoro delle stesse».

                Per comprendere meglio la questione, ci affidiamo al “riassunto delle puntate precedenti”,

              • Nike Free 5.0 Dames grijs
              • proposto in una nota sempre dalla FISH. «Il Decreto Legislativo 151/15 – vi si legge -, attuativo della riforma del lavoro promossa tra il 2014 e il 2015, Kopen Nike Air Max 2017 Goedkoop il cosiddetto Jobs Act, aveva finalmente sanato, anche su pressione della nostra Federazione, una lacuna della Legge 68/99 [“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”, N.d.R.], asics gel lyte 3 donna che disciplina il collocamento mirato delle persone con disabilità. Dal primo gennaio di quest’anno, infatti, Nike Air Max Dames erano state introdotte nuove regole per le assunzioni obbligatorie di lavoratori con disabilità, asics pas cher con la novità più rilevante consistente nell’obbligo anche per i datori di lavoro privati che occupano un numero di risorse comprese tra 15 e 35 dipendenti di assumere un lavoratore con disabilità nel proprio organico (anche non essendo in programma nuove assunzioni) e prevedendo poi il rispetto delle aliquote di riserva, sempre dal primo gennaio di quest’anno, anche per i partiti politici, le organizzazioni sindacali e le organizzazioni che, senza scopo di lucro, operano nel campo della solidarietà sociale, dell’assistenza e della riabilitazione (anche qui pure in assenza di nuove assunzioni)».

                «Una prospettiva – sottolinea Falabella – che apriva la concreta aspettativa di assunzione di un numero presumibile fra le 70 e le 90.000 persone con disabilità, vista la platea dei datori di lavoro interessati. Una misura la cui entrata in vigore, al contrario, viene rinviata al 2018 dal Decreto Milleproproghe».

              • Los Angeles Lakers
              • «A questo punto – dichiara il Presidente della FISH – ci auguriamo che a Montecitorio non venga posta la fiducia e che vi siano i margini per riparare al grave attacco al diritto al lavoro delle persone con disabilità contenuto in quel testo. Ci appelliamo pertanto al senso di responsabilità dei Deputati e attendiamo un segnale concreto verso uno dei più pesanti elementi di discriminazione delle persone con disabilità: l’esclusione dal mondo del lavoro. Un dato secco e illuminante: oggi, Canotta Boston Celtics infatti,