Contatore delle Visite

Cerca

Blog

Diadmin

Anche i Parlamentari al Congresso FISH

Fonte comunicato stampa Fish* – Molte sono le aspettative da parte di tutti i Cittadini, e quindi anche delle persone con disabilità, verso la nuova Legislatura che ha preso avvio nel marzo scorso e che vede un Parlamento con moltissimi Deputati e Senatori al loro primo mandato. E le aspettative sono ancora maggiori nel momento in cui è in via di formazione il nuovo Esecutivo ed è stato definito un Contratto di Governo che ne delinea gli intenti anche nell’ambito della disabilità.

La FISH ha colto l’occasione del proprio Congresso (Roma 26/27 maggio, presso l’Hotel Aran Mantegna) per invitare una delegazione di parlamentari alla specifica sessione “Per una nuova prospettiva parlamentare sull’inclusione”.

Che cosa si devono e possono attendere le persone con disabilità e loro famiglie su vecchie e nuove istanze, necessità, urgenze, lacune? Potranno contare su un approccio trasversale ai Gruppi sull’inclusione sociale? Toni Mira, Caporedattore di Avvenire e da sempre attento a queste tematiche, sarà l’animatore della sessione, lasciando anche spazio ad immancabili interventi dal pubblico.

Hanno già garantito la loro presenza Maria Teresa Bellucci (Fratelli d’Italia, Camera dei Deputati), Elena Carnevali (PD, Camera dei Deputati), Massimo Enrico Baroni (Movimento 5 Stelle, Camera dei Deputati), Davide Faraone (PD, Senato della Repubblica). Un’altra sessione, idealmente collegata a quella precedente, è prevista per il pomeriggio (ore 14.30) e sarà moderata da Carlo Giacobini (FISH).

Il tema è tecnico ma con risvolti particolarmente operativi e comprensibili: “Per una protezione sociale fondata sui diritti umani”. Assistenza, contrasto alla povertà, trasferimenti monetari, nuove politiche e servizi di protezione sociale che sappiano raccogliere sia la sfida della sostenibilità che quella dei diritti umani.

Interverranno relatori attenti ed autorevoli: Onofrio De Lucia (Vicecoordinatore Medico Legale INPS), Giovanni Fosti (Docente Lecturer SDA Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico dell’Università Bocconi, Milano) e, infine, Pietro Vittorio Barbieri (Coordinatore Comitato Tecnico Scientifico Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità).

Le sessioni sono aperte al pubblico ma è gradita una comunicazione di partecipazione all’indirizzo presidenza@fishonlus.it Tutte le sessioni sono sottotitolate a cura di FIADDA.

*Cui Anffas Onlus aderisce

Diadmin

Festa della mamma 2018 vincitori del concorso

Perno insostituibile della famiglia, la Mamma è stata ricordata e festeggiata anche quest’anno dall’ Associazione Anffas Onlus di Corigliano, dagli amici dell’Anffas, dai docenti e dagli alunni delle varie Scuole del territorio, convenuti tutti  – come è ormai consuetudine – presso l’Oratorio S. Leonardo di Schiavonea, messo a disposizione dai Padri Liguorini, domenica 13 maggio 2018, alle ore 19.00.

La serata è iniziata con i saluti del Presidente dell’Anffas, Vincenzo Giovanni Algieri. Al centro della manifestazione, lo svolgimento della 12^ edizione del Concorso Letterario, aperto agli alunni delle scuole secondarie di I° e II° grado della città di Corigliano Rossano. Il Concorso, dal titolo “ La nostra Scuola e l’inclusione”, ha registrato una grande partecipazione documentata dai tanti lavori consegnati alla commissione giudicatrice composta da: Prof. Nicola De Rosis, Prof. Enzo Cumino, Prof. Giovanni Pistoia, Prof.ssa Pina Diego, Prof.ssa Rosanna Taranto, Prof.ssa Franca Canadè.

Gli alunni hanno svolto il lavoro in gruppo, utilizzando le seguenti tipologie: Grafico pittorico, Video, saggio breve o articolo di giornale.

 I vincitori per le scuole secondarie di I° grado sono risultati:

  • 1° classificato: video  realizzato dalla Classe I^ A – I.C. “Guidi-Toscano”          
  • 2°         “         :  elaborato realizzato dalla I^ B – I.C. “V.Tieri”;
  • 3°         “         :   video realizzato dalla I^D – I^E –  C. “Erodoto” ;

I vincitori per le scuole secondarie di II° grado sono risultati:

  • 1° classificato : elaborato grafico pittorico realizzato dalle classi I^ – II^ A del Liceo Artistico Rossano ;
  • 2°         “        : Video realizzato dalla classe, I A, Liceo Classico “Colosimo” di Corigliano;
  • 3°         “        : Video realizzato dalla classe III^ AT, A, I.T.C. “Palma”, Corigliano;

C’è da dire che tanti altri ragazzi si sono segnalati per originalità e profondità di pensiero; tra tutti, la Giuria del Premio ha voluto esprimere due menzioni speciali per gli studenti della III A –  I.C. “V.Tieri” e della IV^ C dell’ I.T.C. “L. Palma”.

La collaborazione con l’associazione “Musica oltre le barriere” di F. Verardi ha dato vita ai momenti musicali che hanno arricchito la manifestazione.

Altri momenti musicali sono stati proposti dall’I.C. “Leonetti” di Schiavonea grazie all’impegno del Prof. De Gaudio.

Il numeroso pubblico intervenuto, ha potuto ammirare i prodotti della vetrina E-Anffas.

L’Associazione Anffas-Onlus Corigliano ringrazia quanti si sono impegnati per la buona riuscita della manifestazione.

 

Area comunicazione

Anffas-Onlus Corigliano

Diadmin

13^ edizione Festa della Mamma

Domenica 13 Maggio Anffas Onlus Corigliano festeggia presso l’oratorio San Leonardo, Schiavonea,  con inizio alle ore 19,00 la Festa della Mamma. Nel corso della manifestazione saranno premiati gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado  della città di Corigliano Rossano che hanno partecipato al Concorso “La nostra scuola e l’inclusione”.

Ad animare la serata  l’associazione “Musica oltre le Barriere” di F. Verardi.

 

 

Area comunicazione
Anffas-Onlus Corigliano

Diadmin

Sindrome di Rett, un bando internazionale per la ricerca

Fonte AIRett – AIRett, Associazione Italiana Rett Onlus, che riunisce le famiglie di persone con la sindrome di 

Rett (RTT), intende contribuire allo sviluppo delle attività di ricerca di base, della ricerca clinica e allo sviluppo di nuovi approcci riabilitativi sulla RTT (geni MeCP2, CDKL5 e FOXG1).

AIRett è anche interessata a progetti che indirizzino verso l’ identificazione e/o lo sviluppo di trattamenti o cure per questa patologia. Riconoscendo che esistono molte lacune nella comprensione dei meccanismi patogenetici di questa malattia verranno presi in considerazione i progetti di ricerca di base finalizzati a colmare tale mancanza di conoscenze, solo se rappresentano le basi di una potenziale terapia e saranno considerati positivamente anche i progetti che affrontino la complessità ed eterogeneità della RTT, in ambito clinico.

Il finanziamento complessivo disponibile per ricerca di base, clinica e riabilitativa è complessivamente di 400.000 euro. La richiesta massima di 100.000 euro è per due anni per ogni progetto. Presentazione delle domande: Ci sarà una procedura in due fasi per la presentazione dei progetti: una pre-proposta e una proposta completa.

Il termine ultimo per l’invio delle pre-proposte è la mezzanotte del 25 maggio 2018.

Tutte le informazioni sul bando sono disponibili a questo link

Diadmin

Anffas risponde “Io per lei” all’appello delle mamme rare

Dopo essere scesi in piazza al fianco di Fondazione Telethon a dicembre 2017, i volontari Anffas tornano nelle principali città italiane per sostenere la ricerca. Anche Anffas, infatti, risponde all’appello di tante mamme che affrontano la malattia genetica rara del proprio figlio: il 5 e 6 maggio i volontari dell’Associazione scendono in piazza insieme ai volontari Telethon per distribuire i Cuori di biscotto Telethon e compiere così un gesto di solidarietà nei confronti di tante mamme.

I gustosi Cuori Telethon sono disponibili quest’anno in tre gusti (pasta frolla, gocce di cioccolato e integrali) e sostengono la ricerca sulle malattie genetiche rare.

Anffas e Fondazione Telethon hanno cominciato un percorso di avvicinamento e conoscenza reciproca nel 2014: l’Associazione ha subito coinvolto le proprie realtà territoriali nelle attività di raccolta fondi, con l’obiettivo specifico di sostenere progetti di ricerca sulle disabilità intellettive e del neuro sviluppo.

Tutte le informazioni sulla campagna sono disponibili  sul sito www.telethon.it

Diadmin

5×1000 anno 2016: elenco degli ammessi e degli esclusi

 

Il Consorzio degli autonomi enti a Marchio La Rosa Blu, di concerto e su indicazione di Anffas Onlus Nazionale, informa che nei giorni scorsi è stato pubblicato, sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, l’elenco dei soggetti ammessi e degli esclusi relativamente al 5 per mille per l’anno 2016, con l’indicazione delle preferenze e degli importi.

Per Anffas, nel suo complesso, sommando le singole assegnazioni, ci sono state circa 60.185 preferenze con circa € 1.799.595,42 di somme destinate alle strutture Anffas.

Le singole posizioni possono essere verificate, anche tramite internet, a questo link

Diadmin

Organici 2018/19, classi iniziali con alunni con disabilità si formano con massimo 20 alunni

Fonte www.edscuola.eu – La nota Miur n. 16041 del 29 marzo 2018, che fornisce indicazioni in merito alla dotazione organica del personale docente per l’anno scolastico 2018/19, nel paragrafo dedicato ai posti di sostegno, così recita: “Si raccomanda la massima attenzione nella costituzione delle classi iniziali con alunni disabili, nel rispetto di quanto previsto dal D.P.R. 81/09 art. 5 comma 2” Il predetto articolo 5, comma 2, del DPR 81/09 prevede: “Le classi iniziali delle scuole ed istituti di ogni ordine e grado, ivi comprese le sezioni di scuola dell’infanzia, che accolgono alunni con disabilità sono costituite, di norma, con non più di 20 alunni, purché sia esplicitata e motivata la necessità di tale consistenza numerica, in rapporto alle esigenze formative degli alunni disabili, e purché il progetto articolato di integrazione definisca espressamente le strategie e le metodologie adottate dai docenti della classe, dall’insegnante di sostegno, o da altro personale operante nella scuola…”

In presenza di alunni con disabilità, dunque, le classi iniziali della scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, sono formate, di norma, con un massimo di 20 alunni.

Quanto suddetto è possibile, soltanto: se la scuola esplicita e motiva la necessità di costituire la classe con 20 alunni in relazione ai bisogni formativi degli alunni disabili; se il progetto di integrazione definisce strategie e metodologie adottate dai docenti della classe, docenti curricolari e di sostegno, o da altro personale che opera nella scuola.

La nota del Miur è disponibile cliccando qui